Il Servizio Civile Universale nasce dall’esperienza dell’obiezione di coscienza e continua ad essere per noi il tentativo di costruire una società capace di dialogare e di affrontare i conflitti senza pagare il dazio alla violenza. Il Servizio Civile Universale può diventare l’elemento provocatore rispetto ad un sociale che si deve muovere nella prospettiva dei diritti per non accontentarsi di diventare il complice di una politica dell’elemosina che ha come piccolo obiettivo quello di regalare ai più deboli solo le briciole dell’ assistenza.

Il servizio civile possono svolgerlo, giovani cittadini italiani e stranieri, uomini e donne, dai 18 ai 28 anni, ritenuti idonei fisicamente.

Il servizio civile dura12 mesicon almeno 30 ore settimanali di impegno. É previsto un rimborso mensile di 433,80 euro(a cui vanno aggiunti 15 euro di indennità giornaliera per i progetti all’estero). L’attività svolta non determina un rapporto di lavoro e non può considerarsi tale, tant’è che non comporta la cancellazione dalle liste di collocamento o di mobilità.

 

Gli elementi qualificanti il servizio civile in Caritas sono:

  • Il SERVIZIO, con un approccio promozionale, a vantaggio delle persone che vivono sul territorio;
  • la FORMAZIONE, come grande occasione di crescita umana per chi compie il servizio. La Caritas propone un accompagnamento formativo articolato lungo tutto il periodo di servizio civile;
  • la SENSIBILIZZAZIONE, come mezzo per diffondere la cultura della nonviolenza e della solidarietà. In Caritas l’esperienza che si vive è occasione di informazione e presa di coscienza da parte della comunità, riguardo ai disagi del territorio e ai valori del servizio civile.

 

Per informazioni è possibile:

– consultare i siti diocesani: www.diocesicastellaneta.netwww.adessocastellaneta.it

– consultare i siti istituzionali: www.caritas.itwww.scelgoilserviziocivile.gov.it

– contattare gli uffici della Caritas Diocesana: 0998441421

Scroll to top