Prestito della Speranza

La Caritas Diocesana ha previsto anche dei sostegni più cospicui per famiglie e micro-imprese in grave dissesto economico attraverso il Prestito della Speranza, con il quale si vuole sostenere l’accesso al credito a condizioni agevolate.

Il credito destinato alle persone fisiche, intervenendo anche a favore del nucleo familiare, prevede che l’importo non sia superiore ai 7.500 euro, erogati in 6 rate bimensili di 1.250 euro ciascuna, se non diversamente concordato tra Banca e Cliente. Il finanziamento viene restituito alla Banca (con rate mensili di circa 134 euro) sulla base di un piano di ammortamento della durata massima di 6 anni.

Per quanto riguarda, invece, le micro-imprese il finanziamento non supera l’importo di 25.000 euro erogati in una unica tranche, se non diversamente concordato tra Banca e Cliente. Il finanziamento viene restituito alla Banca (con rate di circa 468 euro) sulla base di un piano di ammortamento della durata massima di 6 anni.

Dunque, il Prestito della Speranza si rivolge, in particolare, alle categorie fragili quali, precari, disoccupati, giovani in cerca di lavoro, per sostenere progetti di vita e di imprenditorialità in fase di avvio o ristrutturazione.

L’obiettivo che si intende perseguire è indirizzato verso l’inclusione sociale e lavorativa delle persone, attraverso una ripresa economica e la creazione di forza lavoro.

Scroll to top