Open post
Centro di ascolto

Centro di ascolto

Centro di ascolto

Il primo servizio che si deve al prossimo è quello di ascoltarlo. Come l’amore di Dio incomincia con l’ascoltare la sua Parola, così l’inizio dell’amore per il fratello sta nell'imparare ad ascoltarlo”.

Dietrich Bonhoeffer nel “La vita comune”.

Dall'ascolto spesso scaturiscono il sostegno, la vicinanza e l’amicizia e, come dice il Siracide, “Un amico fedele è una protezione potente, chi lo trova, trova un tesoro” (6,14).

Il Centro di ascolto fa dell'ASCOLTO il suo modo proprio di servizio. Il suo "fare" prevalente è l'ascolto, cuore della relazione di aiuto, dove chi ascolta e chi è ascoltato vengono coinvolti, con ruoli diversi, in un progetto che, ricercando le soluzioni più adeguate, punta a un processo di liberazione della persona dal bisogno.

A partire dal 2010 sono stati istituiti sul territorio diocesano: due Centri di Ascolto Diocesani uno è stato realizzato a Castellaneta e un altro a Mottola.

Il servizio rivolto agli utenti è aperto due giorni a settimana, durante i quali i Centri di Ascolto svolgono attività di ascolto e presa in carico dei bisogni presenti sul territorio, attraverso interventi di orientamento e accompagnamento delle persone in stato di necessità verso servizi e/o risorse del territorio; gli operatori volontari sono attivati, formati ed accompagnati dalla Caritas Diocesana di Castellaneta.

Il target di utenza che settimanalmente si affaccia presso i Centri di Ascolto è prevalentemente composto da capi famiglie e/o donne sole con minori a rischio di devianza che a causa di redditi insufficienti, e in diversi casi del tutto assenti, costringono tali soggetti a dover vivere una situazione di povertà creando disagio e svantaggi notevoli.

Le ricadute hanno effetti devastanti sull’intero nucleo familiare sempre più esposto a gravi pericoli: abbandono scolastico, illegalità, devianza, aumento malattie psicopatiche. Oltre al reddito, infatti, ci sono variabili importanti come: salute, livello di istruzione, relazioni familiari, lavoro, condizioni abitative ecc., che incidono sul benessere psico-fisico delle persone.

I destinatari indiretti sono principalmente i nuclei familiari soprattutto con minori; infatti, quando l’intervento sull’adulto è di risoluzione imminente del problema, quello sulla famiglia è di prevenzione; in quanto molto spesso le povertà possono avere delle ricadute con effetti drammatici e psico-sociali soprattutto sui minori. Questi ultimi privati dei generi di prima necessità, spesso tendono a auto marginalizzarsi; pertanto la mancanza di contatti con i propri coetanei, la mancata frequentazione di altre persone, la non appartenenza ad associazioni o ad altre forme di vita collettiva, possono essere indicatori di esclusione sociale.

INFORMAZIONI UTILI

 

CASTELLANETA

Indirizzo: via Mazzini n. 19

Numero di telefono: 099 8491605

Giorni di apertura: Martedì e Giovedì

Orari: dalle 17.00 alle 19.00

Responsabile: Beatrice Gravina.

 

MOTTOLA

Indirizzo: via Purgatorio, 39

Giorni di apertura:

Lunedì presso Chiesa Battista ore 17:00 – 19:00

Mercoledì presso Parrocchia M. SS. Assunta ore 17:00 – 19:00

Giovedì distribuzione guardaroba ore 17:00 – 19:00

Ultimo Venerdì del mese distribuzione viveri

Domenica pranzo con famiglie bisognose (Mensa) presso Parrocchia Carmine

Orari: dalle 17:00 alle 19:00

Responsabile: Anna Semeraro

 

GINOSA 

Giorni di apertura

Terzo lunedì del mese – Ascolto presso Parrocchia di San Martino ore 16:30 – 18:30

Martedì – Ascolto presso Parrocchia del Cuore Immacolato di Maria ore 10:00 – 12:00

Lunedì – Ascolto presso Parrocchia di Gesù Risorto ore 16:30 – 18:30

Lunedì - Distribuzione generi alimentari e vestiariopresso Parrocchia di San Martino ore 16:30 – 18:30

Lunedì - Distribuzione generi alimentari presso Parrocchia del Cuore Immacolato di Maria ore 16:30 – 18:30

Lunedì - Distribuzione generi alimentari presso vestiario ed arredo: Parrocchia di Gesù Risorto ore 16:00 – 18:00

Email: centrodascoltoginosa@gmail.com

Numero di Telefono: 3298039700

Responsabile: Pascale Angela

Open post

Progetti in cantiere

Contributo 8xmille alla Chiesa Cattolica

La Caritas Diocesana ha potuto raggiungere diversi obiettivi attingendo ai fondi derivanti dall’8×1000 destinato dai contribuenti alla Chiesa Cattolica. In particolare, è stato istituito l’Osservatorio Diocesano delle Povertà e Risorse attraverso il rafforzamento dei Centri d’Ascolto – vere e proprie antenne sul territorio – e ed è stata realizzata la Casa della Misericordia. Per raggiungere […]

Servizio Civile Universale

Il Servizio Civile Universale nasce dall’esperienza dell’obiezione di coscienza e continua ad essere per noi il tentativo di costruire una società capace di dialogare e di affrontare i conflitti senza pagare il dazio alla violenza. Il Servizio Civile Universale può diventare l’elemento provocatore rispetto ad un sociale che si deve muovere nella prospettiva dei diritti per […]

Prestito della Speranza

La Caritas Diocesana ha previsto anche dei sostegni più cospicui per famiglie e micro-imprese in grave dissesto economico attraverso il Prestito della Speranza, con il quale si vuole sostenere l’accesso al credito a condizioni agevolate. Il credito destinato alle persone fisiche, intervenendo anche a favore del nucleo familiare, prevede che l’importo non sia superiore ai […]
Open post

Casa della Misericordia

Nella mattina di sabato 18 novembre 2017 il Vescovo di Castellaneta, Mons. Claudio Maniago, inaugura a Castellaneta (via Taranto) Casa della Misericordia, opera-segno del Giubileo straordinario della Misericordia.

L’evento significativamente si tiene alla vigilia della prima Giornata mondiale dei poveri indetta da Papa Francesco al termine dell’anno giubilare.

Casa della Misericordia, è stata definita da Don Francesco Soddu, Direttore della Caritas italiana, “una carezza per i poveri di questo territorio”che dia ogni giorno l’attenzione della Chiesa nei confronti di questi fratelli e sorelle bisognosi”. La Casa della misericordia è diventata un’esperienza di umanità per tutti, anche per i bambini. Casa della Misericordia è una realtà in crescita e si propone a tutti come un luogo dove trovare “volti amici” e dove è possibile “sporcarsi le mani” per dare concretezza alla nostra adesione di fede.

ACCOGLIENZA

All’interno di Casa della Misericordia troviamo due unità abitative per alloggi per ospitare persone senza fissa dimora, offrendo loro una permanenza di breve-medio periodo.

Il servizio è garantito 365 giorni all’anno, con apertura alle ore 21.00 e chiusura alle ore 08.00.

 

MENSA

Il servizio mensa per settanta persone (con cucina annessa) garantisce per tutte le persone che versano in uno stato di disagio socio-economico la possibilità di consumare un pasto in un ambiente familiare.

Giorni e orario di apertura

Dal Lunedi alla Domenica, dalle ore 12.30 alle ore 14.00.

Numero di Telefono: 3246269179

Al servizio si può accedere comunicando la propria presenza entro e non oltre le ore 10:00 del giorno stesso.

Per coloro che, a causa di gravi impedimenti fisici tali da compromettere l’autonoma capacità di deambulazione, non fossero in grado di raggiungere la mensa è presente il servizio di trasporto.

Spazio di aggregazione giovanile SAG

La Diocesi di Castellaneta desidera mettersi in ascolto della loro voce, della loro sensibilità, della loro fede; perfino dei loro dubbi e delle loro critiche. Per questo il progetto metterà a disposizione uno spazio fisico all’interno di Casa della misericordia, e tante attività per vivere insieme ai giovani percorsi che li rendano protagonisti dei cambiamenti. L’attenzione è indirizzata anche a favorire l’integrazione di giovani con problematiche, attraverso attività di animazione e socializzazione.

Il progetto definisce il processo di costruzione partecipata di uno spazio polifunzionale dinamico, di promozione dell'agio giovanile e di prevenzione del disagio. Un luogo che favorisca l’incontro fra molteplici interessi, che possa diventare un vero punto di riferimento per tutti i giovani del territorio e riempito di significati da chi lo vive: i ragazzi e gli educatori.

Si tratta di garantire un'unità d'offerta socio-educativa rivolta a giovani e adolescenti con l’obiettivo, di offrire un ampia gamma di opportunità di utilizzo del tempo libero,iniziative a elevato contenuto formativo e socializzante, il cui scopo non è soltato quello di favorire un corretto sviluppo psico-fisico ma anche prevenire il disagio e promuovere il benessere attraverso interventi educativi nell'ambito dell'aggregazione,della socializzazione, della promozione culturale e sportiva.

L’obiettivo generale è quello di offrire ai giovani della Diocesi di Castellaneta e dei comuni limitrofi, in particolare nella fascia di età 11-25, alle famiglie e a chi opera con i giovani (insegnanti, educatori, operatori, ecc) uno Spazio di aggregazione giovanile (SAG) e nuovi servizi progettati sulla base dei loro bisogni, sinergici rispetto alle risorse già esistenti.

Caffè dello studente

Un luogo in cui accogliere i giovani studenti nelle ore di pausa dall’attività scolastica, offrendo loro la possibilità di socializzare e intrattenersi.

COS’E’?

  • Spazio aggregativo;
  • Sala studio con postazioni informatiche;
  • Area Break lunch: possibilità di usufruire del servizio mensa con un minimo contributo economico, o di consumare il proprio pasto in un ambiente familiare e accogliente.
  • Area coffe break: piccolo angolo bar che possa diventare un punto di riferimento per i giovani.

Laboratori dell’alternanza

Laboratori di recupero abiti donati: coinvolgendo gli studenti degli Istituti Superiori al recupero o alla reinvenzione degli abiti donati alla Caritas, coadiuvati da volontari esperti.

Laboratorio di cucina/preparazione pranzi: coinvolgendo gli studenti degli Istituti Superiori alla preparazione dei pasti giornalieri e nella promozione della conoscenza delle tradizioni culinarie e sensibilizzare al tema “riduzione dello spreco alimentare”, promuovendo e organizzare eventi solidali (cene di beneficenza, pranzi sociali, ecc).

Laboratorio del suono

Il Sinodo riconosce e apprezza l’importanza che i giovani danno all’espressione artistica in tutte le sue forme: sono molti i giovani che usano in questo campo i talenti ricevuti, promuovendo la bellezza, la verità e la bontà, crescendo in umanità.

Sportello informa Giovani

Alla base di tutto vi è uno sportello informazioni che sarà pronto ad accogliere ed orientare tutti coloro avranno bisogno delle indicazioni necessarie per l’accesso e l’iscrizione al nostro Spazio di aggregazione.

Comunicare e rendere noto tutto quello che riguarda i laboratori attivi e/o da attivare, orientando anche su quelli che sono gli sbocchi offerti dal mondo del lavoro, dell’università o ancora al volontariato, è questa la mission dello sportello.

Per poter raggiungere i NEET riteniamo sia necessario avviare uno Sportello informativo dove saranno disponibili informazioni sulle offerte sia in ambito pubblico che privato, e sui vari argomenti di interesse per i giovani. I giovani che si rivolgono allo sportello avranno la possibilità di:

  • Visionare le bacheche (concorsi, lavoro, corsi professionali, attività culturali, ecc.);
  • Affiggere annunci nelle bacheche;
  • Consultare dossier contenenti la documentazione, nonché guide, libri, riviste, giornali.
  • Essere accompagnati alla redazione del curriculum vitae.
  • Supporto all’invio di candidature, alla creazione e gestione di account di posta elettronica, alla navigazione Internet.

Laboratorio di scrittura

Di fronte alle contraddizioni della società, molti giovani desiderano mettere a frutto i proprio talenti, competenze e creatività.

Si propone un corso di scrittura articolato su tre aspetti: scrittura creativa, scrittura giornalistica e flusso di coscienza.

Il laboratorio vuole essere uno spazio di discussione e confronto, vuole aiutare a vincere l’imbarazzo della pagina bianca e aiutare gli studenti ad organizzare le proprie idee; vuole aiutare i ragazzi ad esprimersi e sintetizzare sensazioni ed emozioni vissute.

Il laboratorio punta anche sugli aspetti della comunicazione, elemento essenziale nella vita privata, lavorativa e sociale.

Lo scopo è di comprendere la complessità della comunicazione, analizzare le variabili coinvolte nel processo comunicativo, imparare a progettare e a gestire l’azione comunicativa in modo coerente ed efficace; riconoscere e utilizzare in modo funzionale i diversi canali della comunicazione verbale, non verbale e simbolica, e comprendere le differenti modalità di espressione.

Inoltre sarà premura dei giovani partecipanti e del coordinatore del laboratorio individuare il mezzo di comunicazione più efficace affinché il periodico diocesano possa raggiungere i videolesi.

Laboratori di prevenzione del disagio sociale

Dedicato ai minori è un mix di creatività, di conoscenza, di sperimentazione, di scoperta e autoapprendimento attraverso il gioco. Un luogo di incontro educativo, formazione e collaborazione.

Sono affrontate le seguenti tematiche: emozioni, disagio psicologico e scolastico, empatia, giochi di ruolo, relazioni, bullismo, rispetto, amicizia, disturbi dell’alimentazione.

Lo scopo è di educare alla relazione e alla reciprocità, migliorare la capacità di riconoscimento e discriminazione delle emozioni, potenziare l’autostima, le capacità cognitive e il rendimento scolastico, contrastare le varie forme di prevaricazione e di violenza tra i giovani e prevenire il disagio.

I destinatari sono minori a rischio che ci verranno segnalati direttamente dalle scuole e/o dai servizi sociali.

Corso di italiano per stranieri

Il SAG si propone di dare risposte concrete all’integrazione di cittadini di nuove culture attraverso servizi diretti di ascolto ed accoglienza, con l’obiettivo principale di ascoltare e rispondere ai problemi dei cittadini stranieri in difficoltà attraverso servizi di orientamento, assistenza legale, segretariato sociale, orientamento lavorativo e alloggiativi, accoglienza per soggetti vulnerabili, servizi per l’infanzia, scuola d’italiano. L’obiettivo del corso di italiano è di fornire gli strumenti linguistici e culturali per poter comunicare in contesti lavorativi e relazionali semplici.

Open post
Formazione

Formazione

Formazione

La “funzione pedagogica” della Caritas consiste nell’educare la comunità all’attenzione verso il povero nelle sue varie forme come un compito permanente e non episodico. L’azione pastorale della Caritas, non consiste semplicemente nel prendersi cura del debole, ma di educare alla cura del debole. Questa proposta di testimonianza di cui gli operatori della carità sono portatori non è facile, ma è un momento essenziale nella crescita personale di ogni vocazione cristiana e nella formazione di ogni credente.

La Caritas diocesana di Castellaneta proponepercorsi di formazioneche mirano all’educazione delle nuove generazioni accompagnandole nelle esperienze comunitarie di testimonianza della carità.

La formazione Caritas ha una connotazione fortemente esperienzialee ha come obiettivo lo sviluppo di una maggiore consapevolezza nella motivazione al servizioe l’acquisizione di capacità personali e di gruppo orientate alla relazione d’aiuto.

 

Destinatari

Comunità parrocchiali

Operatori centri di ascolto parrocchiali

Volontari

Educatori e animatori

Open post
Centro Antiusura

Centro Antiusura

Centro Antiusura

Dare un punto di riferimento certo e affidabile a chi si trova a rischio usura. Questa è la funzione – allo stesso tempo sociale, assistenziale e tecnico-economica – con cui svolgiamo il nostro operato, prevenendo e combattendo con interventi mirati, le sfide poste dalla lotta al drammatico problema dell’usura sempre più presente e ampio nel nostro territorio, attraversola comprensione, la collaborazione e la legalità.

Ed è proprio su questi principi che la Commissione Diocesana Antiusura ha sviluppato nel tempo la propria attività, ponendosi come garanzia per quanti si trovano in condizioni di sovraindebitamento affinché tale condizione non trascini la persona verso l’usura.

La Commissione Diocesana Antiusura svolge la sua attività a favore di tutti quei soggetti a rischio economico che si rivolgono ai Centri di Ascolto presenti nel territorio diocesano.

Tale Commissione si occupa di attività di consulenza e monitoraggio in collaborazione con la Fondazione Antiusura S. Nicola e SS. Medici di Bari.

 

Commissione Diocesana Antiusura

Indirizzo:via Maria Immacolata, 4 - 74011 Castellaneta (TA)

Telefono:099 8441421

Responsabile:dott. Andrea Stendardi

Open post
Osservatorio

Osservatorio

Osservatorio

L’Osservatorio delle Povertà e delle Risorse (OPR)della Caritas diocesana di Castellaneta, è uno strumento della chiesa diocesana affidato alla Caritas quale “strumento a servizio della Chiesa locale, per aiutare la comunità cristiana a osservare sistematicamente le situazioni di povertà, di disagio, di emarginazione, di esclusione presenti sul territorio e le loro dinamiche di sviluppo, comunicando e rivolgendosi alla comunità ecclesiale e all’opinione pubblica, favorendone il coinvolgimento e la messa in rete dei diversi attori sociali impegnati sul territorio e stimolando eventuali proposte di intervento”.

Nello specifico l’Osservatorio ha l’onere diosservare in maniera sistematica le varie forme di indigenza e monitorarne l’evoluzione. La raccolta sistematica dei dati presso i CdA consente inoltre di cogliere la trasformazionedell’utenza, di adattare il servizio a tali mutamenti e stimolare la comunità localesulla presa in carico dei bisogni sociali emergenti.

La raccolta congiunta di dati provenienti da diversi enti assistenziali del territorio consente di migliorare il livello di lavoro in rete.

 

L’obiettivo dell’Osservatorio delle Povertà e delle Risorse è quello di sostenere insieme alle parrocchie e ai centri di ascolto, la raccolta dei dati relativa alle persone in difficoltà per poi poter mettere in atto interventi mirati che vadano a risolvere specifiche problematiche.

Scroll to top