Casa della Misericordia

Nella mattina di sabato 18 novembre 2017 il Vescovo di Castellaneta, Mons. Claudio Maniago, inaugura a Castellaneta (via Taranto) Casa della Misericordia, opera-segno del Giubileo straordinario della Misericordia.

L’evento significativamente si tiene alla vigilia della prima Giornata mondiale dei poveri indetta da Papa Francesco al termine dell’anno giubilare.

Casa della Misericordia, è stata definita da Don Francesco Soddu, Direttore della Caritas italiana, “una carezza per i poveri di questo territorio”che dia ogni giorno l’attenzione della Chiesa nei confronti di questi fratelli e sorelle bisognosi”. La Casa della misericordia è diventata un’esperienza di umanità per tutti, anche per i bambini. Casa della Misericordia è una realtà in crescita e si propone a tutti come un luogo dove trovare “volti amici” e dove è possibile “sporcarsi le mani” per dare concretezza alla nostra adesione di fede.

ACCOGLIENZA

All’interno di Casa della Misericordia troviamo due unità abitative per alloggi per ospitare persone senza fissa dimora, offrendo loro una permanenza di breve-medio periodo.

Il servizio è garantito 365 giorni all’anno, con apertura alle ore 21.00 e chiusura alle ore 08.00.

 

MENSA

Il servizio mensa per settanta persone (con cucina annessa) garantisce per tutte le persone che versano in uno stato di disagio socio-economico la possibilità di consumare un pasto in un ambiente familiare.

Giorni e orario di apertura

Dal Lunedi alla Domenica, dalle ore 12.30 alle ore 14.00.

Numero di Telefono: 3246269179

Al servizio si può accedere comunicando la propria presenza entro e non oltre le ore 10:00 del giorno stesso.

Per coloro che, a causa di gravi impedimenti fisici tali da compromettere l’autonoma capacità di deambulazione, non fossero in grado di raggiungere la mensa è presente il servizio di trasporto.

Spazio di aggregazione giovanile SAG

La Diocesi di Castellaneta desidera mettersi in ascolto della loro voce, della loro sensibilità, della loro fede; perfino dei loro dubbi e delle loro critiche. Per questo il progetto metterà a disposizione uno spazio fisico all’interno di Casa della misericordia, e tante attività per vivere insieme ai giovani percorsi che li rendano protagonisti dei cambiamenti. L’attenzione è indirizzata anche a favorire l’integrazione di giovani con problematiche, attraverso attività di animazione e socializzazione.

Il progetto definisce il processo di costruzione partecipata di uno spazio polifunzionale dinamico, di promozione dell'agio giovanile e di prevenzione del disagio. Un luogo che favorisca l’incontro fra molteplici interessi, che possa diventare un vero punto di riferimento per tutti i giovani del territorio e riempito di significati da chi lo vive: i ragazzi e gli educatori.

Si tratta di garantire un'unità d'offerta socio-educativa rivolta a giovani e adolescenti con l’obiettivo, di offrire un ampia gamma di opportunità di utilizzo del tempo libero,iniziative a elevato contenuto formativo e socializzante, il cui scopo non è soltato quello di favorire un corretto sviluppo psico-fisico ma anche prevenire il disagio e promuovere il benessere attraverso interventi educativi nell'ambito dell'aggregazione,della socializzazione, della promozione culturale e sportiva.

L’obiettivo generale è quello di offrire ai giovani della Diocesi di Castellaneta e dei comuni limitrofi, in particolare nella fascia di età 11-25, alle famiglie e a chi opera con i giovani (insegnanti, educatori, operatori, ecc) uno Spazio di aggregazione giovanile (SAG) e nuovi servizi progettati sulla base dei loro bisogni, sinergici rispetto alle risorse già esistenti.

Caffè dello studente

Un luogo in cui accogliere i giovani studenti nelle ore di pausa dall’attività scolastica, offrendo loro la possibilità di socializzare e intrattenersi.

COS’E’?

  • Spazio aggregativo;
  • Sala studio con postazioni informatiche;
  • Area Break lunch: possibilità di usufruire del servizio mensa con un minimo contributo economico, o di consumare il proprio pasto in un ambiente familiare e accogliente.
  • Area coffe break: piccolo angolo bar che possa diventare un punto di riferimento per i giovani.

Laboratori dell’alternanza

Laboratori di recupero abiti donati: coinvolgendo gli studenti degli Istituti Superiori al recupero o alla reinvenzione degli abiti donati alla Caritas, coadiuvati da volontari esperti.

Laboratorio di cucina/preparazione pranzi: coinvolgendo gli studenti degli Istituti Superiori alla preparazione dei pasti giornalieri e nella promozione della conoscenza delle tradizioni culinarie e sensibilizzare al tema “riduzione dello spreco alimentare”, promuovendo e organizzare eventi solidali (cene di beneficenza, pranzi sociali, ecc).

Laboratorio del suono

Il Sinodo riconosce e apprezza l’importanza che i giovani danno all’espressione artistica in tutte le sue forme: sono molti i giovani che usano in questo campo i talenti ricevuti, promuovendo la bellezza, la verità e la bontà, crescendo in umanità.

Sportello informa Giovani

Alla base di tutto vi è uno sportello informazioni che sarà pronto ad accogliere ed orientare tutti coloro avranno bisogno delle indicazioni necessarie per l’accesso e l’iscrizione al nostro Spazio di aggregazione.

Comunicare e rendere noto tutto quello che riguarda i laboratori attivi e/o da attivare, orientando anche su quelli che sono gli sbocchi offerti dal mondo del lavoro, dell’università o ancora al volontariato, è questa la mission dello sportello.

Per poter raggiungere i NEET riteniamo sia necessario avviare uno Sportello informativo dove saranno disponibili informazioni sulle offerte sia in ambito pubblico che privato, e sui vari argomenti di interesse per i giovani. I giovani che si rivolgono allo sportello avranno la possibilità di:

  • Visionare le bacheche (concorsi, lavoro, corsi professionali, attività culturali, ecc.);
  • Affiggere annunci nelle bacheche;
  • Consultare dossier contenenti la documentazione, nonché guide, libri, riviste, giornali.
  • Essere accompagnati alla redazione del curriculum vitae.
  • Supporto all’invio di candidature, alla creazione e gestione di account di posta elettronica, alla navigazione Internet.

Laboratorio di scrittura

Di fronte alle contraddizioni della società, molti giovani desiderano mettere a frutto i proprio talenti, competenze e creatività.

Si propone un corso di scrittura articolato su tre aspetti: scrittura creativa, scrittura giornalistica e flusso di coscienza.

Il laboratorio vuole essere uno spazio di discussione e confronto, vuole aiutare a vincere l’imbarazzo della pagina bianca e aiutare gli studenti ad organizzare le proprie idee; vuole aiutare i ragazzi ad esprimersi e sintetizzare sensazioni ed emozioni vissute.

Il laboratorio punta anche sugli aspetti della comunicazione, elemento essenziale nella vita privata, lavorativa e sociale.

Lo scopo è di comprendere la complessità della comunicazione, analizzare le variabili coinvolte nel processo comunicativo, imparare a progettare e a gestire l’azione comunicativa in modo coerente ed efficace; riconoscere e utilizzare in modo funzionale i diversi canali della comunicazione verbale, non verbale e simbolica, e comprendere le differenti modalità di espressione.

Inoltre sarà premura dei giovani partecipanti e del coordinatore del laboratorio individuare il mezzo di comunicazione più efficace affinché il periodico diocesano possa raggiungere i videolesi.

Laboratori di prevenzione del disagio sociale

Dedicato ai minori è un mix di creatività, di conoscenza, di sperimentazione, di scoperta e autoapprendimento attraverso il gioco. Un luogo di incontro educativo, formazione e collaborazione.

Sono affrontate le seguenti tematiche: emozioni, disagio psicologico e scolastico, empatia, giochi di ruolo, relazioni, bullismo, rispetto, amicizia, disturbi dell’alimentazione.

Lo scopo è di educare alla relazione e alla reciprocità, migliorare la capacità di riconoscimento e discriminazione delle emozioni, potenziare l’autostima, le capacità cognitive e il rendimento scolastico, contrastare le varie forme di prevaricazione e di violenza tra i giovani e prevenire il disagio.

I destinatari sono minori a rischio che ci verranno segnalati direttamente dalle scuole e/o dai servizi sociali.

Corso di italiano per stranieri

Il SAG si propone di dare risposte concrete all’integrazione di cittadini di nuove culture attraverso servizi diretti di ascolto ed accoglienza, con l’obiettivo principale di ascoltare e rispondere ai problemi dei cittadini stranieri in difficoltà attraverso servizi di orientamento, assistenza legale, segretariato sociale, orientamento lavorativo e alloggiativi, accoglienza per soggetti vulnerabili, servizi per l’infanzia, scuola d’italiano. L’obiettivo del corso di italiano è di fornire gli strumenti linguistici e culturali per poter comunicare in contesti lavorativi e relazionali semplici.

Scroll to top